bandieraApriamo il sito della nostra casa del popolo con tre simboli, il quadro del Quarto stato, un murales ed infine la bandiera della nostra cooperativa con l’emblema del “sol dell’avvenire”, tre simboli che appartengono alla nostra lunga storia.

Tre simboli che aprono uno strumento di comunicazione democratico moderno che mettiamo a disposizione della nostra comunità del nostro paese Cardano, dei nostri soci dei nostri compagni dei nostri amici.

La funzione principale della Cooperativa in questi ultimi anni è quella di dare uno spazio a partiti e associazioni, di promuovere ed ospitare iniziative culturali e sociali, ricreative e sportive. Apriamo da sempre i nostri spazi fisici alla gente, al popolo, da oggi proviamo anche ad aprire uno spazio virtuale un luogo di incontro nella rete.

Questo sito dal 2 maggio comincerà a crescere diventando un luogo ed un momento di confronto e dialogo "affinchè si verrà più istruiti" o meglio lo aiuterete a crescere giorno dopo giorno con il vostro contributo.

Il Consiglio direttivo della Cooperativa
 

 Una storia lunga più di cento anni

Dal 1905 anno di fondazione attraverso cento anni di storia la cooperativa Casa del popolo di Cardano (il Circolone) è stata sempre strettamente legata alla vita sociale economica politica e culturale del nostro paese Le caratteristiche fondamentali del suo esistere sono state la difesa del potere di acquisto delle classi meno abbienti, la difesa dei diritti dei lavoratori l’antifascismo, la messa a disposizione di spazi di strutture e l’appoggio alle organizzazioni associazioni che si battevano per i diritti ed il progresso delle classi lavoratrici.

Anche durante il periodo fascista diventata “La Nazionale “ nonostante le ingerenze del regime mantiene il suo ruolo di difesa del potere di acquisto dei lavoratori. Dalla sua fondazione tante sono state le attività intraprese da quelle commerciali come gli spacci alimentari i circoli e la produzione e commercializzazione del vino. Si faceva arrivare l’uva o il mosto e lo si metteva nelle proprie cantine per poi lavorarlo e commercializzarlo.

(Si pensi che nel 1907 si acquista uva piemontese e meridionale per 576 brentine pari a litri 43720) questa attività di produzione in proprio del vino è proseguita sino agli anni 70

Vi erano poi le attività ricreative culturali la palestra, il teatro diventato poi cinema , la biblioteca i giornali quotidiani “ affinchè si verrà più istruiti e più educati “ la fanfara proletaria, il bocciodromo, il salone da ballo la costituzione della consorzio Agricoltori, la mutua interna tutte attività svolte fin dai primi anni dalla sua fondazione e poi in tempi più recenti, le tante associazioni sportive culturali, il calcio la pallavolo l’atletica, l’ARCI-UISP il comitato per il Kurdistan, il cinema autogestito, i concerti rock degli anni 80

Dalla sua fondazione ad oggi significativo è l’apporto volontario e gratuito dei soci nei vari ambiti di attività della Cooperativa.

La funzione della cooperativa negli ultimi anni è cambiata non ha più una valenza commerciale, ma è soprattutto luogo aperto alla cittadinanza ospita le sedi dei partiti della sinistra, vi ha sede ANPI ed accoglie iniziativa di varia natura

La struttura della cooperativa ospita il bar e una trattoria che sono state date in gestione, due campi da bocce, un salone ed altre sale per riunione

Negli ultimi anni insieme alla riscoperta delle origini della cooperativa si è abbinato iniziative ricreative di tipo culinarie ad iniziative culturali che prendono spunto dal territorio nostro dal cinema alla musica alle iniziative sociali, i cortometraggi prodotti da una casa di produzione di cardano, musicisti di cardano, il viaggio di un cardanese un libro che parla di cardano, un vino imbottigliato dalla nostra cooperativa……

In una Cardano paese ospitale noi proviamo tutti assieme a diventare “ piu educati ed istruiti” mentre beviamo un buon bicchiere di vino…… rosso naturalmente.

Per notizie sulla storia della Cooperativa vedere il libro pubblicato dall’amministrazione Comunale nel 2000 dal titolo: “ Storia di una comunità laboriosa Cardano al Campo” Macchione Editore a cura di E. Franzioni.
 
 
 La cooperativa ha attualmente 145 soci
 Statuto approvato il giorno 8 dicembre 2004
 
 Il consiglio di amministrazione dopo l'assemblea del 17/10/2009 è così composto:
 
 Enrico Federico Franzioni presidente
 Giuseppe Poliseno  vicepresidente
 
 Antonio Aspesi
 Mario Biganzoli
 Aldo Donadio
 Marilena Cuminetti
 Fabrizio Sala
Chiara Minervini
 Felice Castiglioni

 

 
Il consiglio nella attività di amministrazione è coadiuvato da:
Fiorenzo Turri.

 

 

 Associazioni ospitate

anpi

Sezione di Cardano al Campo
Associazione Nazionale Partigiani d’Italia

Comitato Circondariale Alto Milanese